Adozione figlio – Coppia omosessuale :: Diritto & Consulenza

Adozione figlio – Coppia omosessuale

Pubblicato il 01 marzo 2016

Tribunale Roma – sentenza n. 291 del 22 ottobre 2015

Il Tribunale per i Minorenni di Roma ha accolto la richiesta di adozione di figlio minorenne avanzata dalla compagna omossessuale della madre biologica, sulla base di una lettura costituzionalmente orientata degli artt. 44, lett. d), e 7, L. n. 184 del 1983, in combinato disposto con l’art. 3 della Costituzione, ritenendo che, ai fini dell’adozione, non assuma alcuna rilevanza l’orientamento sessuale.
Secondo il Tribunale, poiché la ratio dell’adozione in casi particolari è quella di favorire il consolidamento dei rapporti tra il minore ed i parenti o le persone che del medesimo si prendono già cura, il suddetto art. 44 non fa altro che riconoscere la dovuta rilevanza giuridica a tutte quelle situazioni in cui, pur essendo preminente la finalità di proteggere il minore, mancano le condizioni che consentono l’adozione con effetti legittimanti di un soggetto minore di età.
L’art. 44, co. 1, lett. d) della richiamata legge si configura, pertanto, come una “porta aperta” sui cambiamenti che la nostra società ci propone con una continuità ed una velocità cui il Legislatore fatica a tenere dietro, ma cui il Giudice minorile non può restare indifferente, se in ogni suo provvedimento deve, effettivamente, garantire l’interesse superiore del minore.

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Maternità e Minori - | , ,

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)