Divorzio e Tfr dopo nuovo Matrimonio :: Diritto & Consulenza

Divorzio e Tfr dopo nuovo Matrimonio

Pubblicato il 29 gennaio 2012

A seguito di divorzio con il mio primo marito, ho contratto civilmente un secondo matrimonio con un altro uomo, con cui ad oggi continuo a vivere. Nei prossimi mesi, il mio primo marito andrà in pensione.

Ho diritto alla liquidazione del Tfr, indennità di buonuscita pro-quota, relativamente al periodo di convivenza matrimoniale?

Il coniuge, nei cui confronti è stata pronunciata la sentenza di divorzio, non ha diritto alla quota del Tfr se è passato a nuove nozze.

Più in generale il coniuge, non passato a nuove nozze, ha diritto alla quota del Tfr soltanto se è titolare di un assegno divorzile.

Per quanto riguarda il quantum, ai fini del riconoscimento a uno dei coniugi di una quota del trattamento di fine rapporto percepito dall’altro coniuge, è necessario che tale indennità sia maturata al momento della proposizione della domanda di divorzio o successivamente a essa, dovendosi escludere il diritto alla quota laddove l’indennità in parola sia maturata antecedentemente, ovvero nel corso del giudizio di separazione .

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Separazione Divorzio e Convivenza - |

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)