Separazione Coniugi: Comproprietà dei Beni Mobili :: Diritto & Consulenza

Separazione Coniugi: Comproprietà dei Beni Mobili

Pubblicato il 28 febbraio 2010

In sede di separazione, qualora il coniuge non riesca a dimostrare la proprietà esclusiva del denaro impiegato per la costruzione, manutenzione e ristrutturazione della casa familiare, si applica la presunzione di cui all’art. 219 comma 2° c.c., con la conseguenza che i beni mobili, compreso il denaro, di cui non si sia data prova della proprietà esclusiva si intendono in comunione tra i coniugi.

Pertanto  il coniuge che ha contribuito finanziariamente alla costituzione del patrimonio familiare, seppure in misura minore, è comproprietario dei beni mobili e del denaro in assenza di prova diversa.

Corte di cassazione, Se. II Civile – Sentenza 16 febbraio 2010, n.3479.

Clicca qui per consultare il testo integrale della sentenza.

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Separazione Divorzio e Convivenza - |

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)