Maltrattamenti in famiglia e convivenza di fatto :: Diritto & Consulenza

Maltrattamenti in famiglia e convivenza di fatto

Pubblicato il 09 aprile 2010

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE – SENTENZA 9 marzo 2010, n.9242

La Suprema Corte di Cassazione ha abbracciato una definizione lata del concetto di famiglia sostenendo come, ai fini della sussistenza del reato di maltrattamenti in famiglia, deve intendersi come famiglia ogni consorzio di persone tra le quali, indipendentemente dalla sussistenza del rapporto di coniugo o di parentela, per strette relazioni e consuetudini di vita, siano sorti rapporti di assistenza, solidarietà e protezione reciproca per un apprezzabile periodo di tempo.

Pertanto è configurabile il reato di cui all’art. 572 c.p.  anche nell’ipotesi di una convivenza di fatto qualora si è in presenza di un rapporto stabile, sia pure naturale e di fatto, tra le due persone.

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Separazione Divorzio e Convivenza - | , ,

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)