Il Contratto di Convivenza :: Diritto & Consulenza

Il Contratto di Convivenza

Pubblicato il 10 giugno 2016

Il Ministero degli Interni ha emanato la circolare ministeriale contenente le norme attuative sugli adempimenti anagrafici in materia di convivenza di fatto.

La legge Cirinnà, infatti, aveva disciplinato le convivenze di fatto, sia etero che omosessuali, chiarendo che si intende per «conviventi di fatto» due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un’unione civile.

I conviventi di fatti che desiderano veder riconosciuto il loro stato, in presenza di una convivenza stabile ed in assenza di un precedente vincolo matrimoniale valido (quindi in caso di precedente matrimonio è necessario che sia intervenuto il divorzio) potranno procedere all’iscrizione presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di residenza.

Ai fini dell’accertamento della convivenza è necessario avere la stessa residenza anagrafica.

Per disciplinare i rapporti patrimoniali relativi alla loro vita in comune, i conviventi possono sottoscrivere un contratto di convivenza.

Tale contratto dovrà contenere:
a) l’indicazione della residenza;
b) le modalità di contribuzione alle necessità della vita in comune, in relazione alle sostanze di ciascuno e alla capacità di lavoro professionale o casalingo;
c) il regime patrimoniale della comunione o della separazione dei beni.

Perché sia valido è necessario che sia redatto, a pena di nullità, con atto pubblico o scrittura privata con sottoscrizione autenticata da un notaio o da un avvocato che ne attestano la conformità alle norme imperative e all’ordine pubblico.

Ai fini dell’opponibilità ai terzi, il professionista che ha ricevuto l’atto in forma pubblica o che ne ha autenticato la sottoscrizione deve provvedere entro i successivi dieci giorni a trasmetterne copia al comune di residenza dei conviventi per l’iscrizione all’anagrafe.

 

 

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Separazione Divorzio e Convivenza - | ,

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)