Omessa informazione e consenso informato :: Diritto & Consulenza

Omessa informazione e consenso informato

Pubblicato il 15 marzo 2010

Cassazione Civile, Sez. III, sentenza n. 2847  del  9 febbraio 2010


La diagnosi effettuata dal medico al paziente dà luogo ad un rapporto di tipo contrattuale dal quale discende per il medico l’obbligo di illustrare al paziente le conseguenze della terapia o dell’intervento che egli ritiene necessari.
Tale obbligo è funzionale alla consapevole prestazione del consenso alla terapia o all’intervento da parte del paziente.
Il cd. “consenso informato” infatti, secondo la definizione della Corte costituzionale espressione della consapevole adesione al trattamento sanitario proposto dal medico,  si configura quale diritto della persona (diritto alla autodeterminazione) e trova fondamento negli artt. 2, 13 e 32 della Costituzione.
In questa sentenza la Corte di Cassazione è ritornata ad affrontare il tema del consenso informato, della sua violazione e della sua risarcibilità correlata o meno alla lesione del diritto alla salute.
In particolare, la Corte ha preso in considerazione il caso di un intervento chirurgico eseguito correttamente dal medico ma con esiti negativi per il paziente il quale non era stato informato sulle caratteristiche e i rischi dell’intervento.
La Corte di Cassazione afferma che, in queste circostanze, il medico può essere condannato al risarcimento del danno derivante dagli esiti negativi dell’intervento, pur eseguito correttamente, qualora il paziente dimostri che se fosse stato adeguatamente informato sui rischi dell’intervento, avrebbe rifiutato di sottoporvisi, residuando, in mancanza di tale prova, la risarcibilità del danno correlato alla sola lesione del diritto alla autodeterminazione.

Consulta il testo integrale della sentenza 9 febbraio 2010 – n. 2847

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Responsabilità Medica - | ,

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)