Errore Diagnostico: Diagnosi Prenatale e Aborto :: Diritto & Consulenza

Errore Diagnostico: Diagnosi Prenatale e Aborto

Pubblicato il 24 settembre 2009

L’errore diagnostico è causa dell’evento dannoso (morte o lesioni) e dà luogo a responsabilità civile nel caso in cui la corretta condotta del medico avrebbe avuto apprezzabili probabilità (e non solo possibilità) di successo.

L’errore diagnostico in caso di malformazioni del feto (errata diagnosi prenatale) rileva in relazione alla possibilità prevista dall’art. 6 della legge sull’aborto, ovvero la possibilità che la madre interrompa la gravidanza dopo i primi 90 giorni quando siano accertati processi patologici che ne determino un grave pericolo per la salute fisica e psichica.

Fermo restando il danno alla salute fisica, in caso di mancata previsione di malformazioni del feto, la madre può chiedere il risarcimento del danno morale ed esistenziale solo se fornisce la prova di scelte di vita diverse da quelle che si sarebbero adottate se non si fosse verificato l’evento dannoso poichè il nostro ordinamento non consente di praticare l’aborto cd. eugenetico o selettivo (ossia per la sola causa che il feto è malformato).

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Responsabilità Medica -

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)