Responsabilità Medica: Domande Frequenti :: Diritto & Consulenza

Responsabilità Medica: Domande Frequenti

Quando si configura una responsabilità medica?

Il medico è civilmente responsabile nei confronti del paziente quando nell’esercizio della sua attività professionale ne ha cagionato un danno alla salute, diritto costituzionalmente tutelato (art. 32 Cost.).

Il paziente – danneggiato pertanto potrà agire nei confronti del medico o del medico e della struttura sanitaria, pubblica o privata, presso la quale egli esercita la sua attività professionale.

Responsabilità contrattuale o extracontrattuale del medico?

I più recenti orientamenti giurisprudenziali e dottrinali inquadrano la responsabilità medica sotto il profilo contrattuale.

Essa si configura non solo nel caso in cui vi sia un vero e proprio contratto ( quando il paziente si reca presso uno studio o una clinica privati per sottoporsi a visita o intervento chirurgico) ma anche quando si configuri il cd. “ contatto sociale ” ( nel caso di un ospedale o altra struttura pubblica).

Essendo il diritto alla salute, poi, un diritto assoluto dell’individuo costituzionalmente tutelato, la sua lesione, in virtù del principio generale del neminem laedere, configura gli estremi della responsabilità extracontrattuale.

Pertanto il paziente che lamenta di aver subìto un danno dall’esecuzione di una prestazione medica può scegliere di agire alternativamente anche in via extracontrattuale.

Pagina 1 Pagina 2 Pagina 3 Pagina 4


Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)