Violenza sessuale – autoerotismo :: Diritto & Consulenza

Violenza sessuale – autoerotismo

Pubblicato il 15 novembre 2011

Corte di cassazione – Sezione III penale – Sentenza 14 novembre 2011 n. 41412

Secondo la Corte di Cassazione sussiste il reato di violenza sessuale anche nel caso in cui non ci sia stato contatto fisico tra la persona offesa e l’imputato.

Per aversi tale reato, infatti, è sufficiente che gli atti sessuali coinvolgano oggettivamente la corporeità sessuale della vittima, sempre  che tali atti siano diretti a compromettere il bene primario della libertà individuale, nella prospettiva del reo di soddisfare od eccitare il proprio istinto sessuale.

Sulla base di tale principio è stata ritenuta punibile la condotta dell’allenatore di una squadra di calcio giovanile che ha indotto, con minaccia, i minori a compiere atti di autoerotismo e a inviargli sms con parole affettuose.

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Reati contro la persona - |

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)