Problemi Condominiali: Domande Frequenti :: Diritto & Consulenza

Problemi Condominiali: Domande Frequenti

Impugnazione delle delibere assembleari

Ciascuno dei componenti la minoranza dissenziente può impugnare davanti all’autorità giudiziaria la deliberazione della maggioranza, entro 30 giorni, qualora:
- la deliberazione è gravemente pregiudizievole al bene in comunione;
- la deliberazione relativa ad innovazioni o ad altri atti eccedenti l’ordinaria amministrazione sia pregiudizievole al diritto di godimento o all’interesse di alcuno dei partecipanti e importi una spesa eccesivamente gravosa.
Ognuno dei partecipanti, poi, può ricorrere all’autorità giudiziaria qualora non si prendano i provvedimenti necessari per l’amministrazione della cosa comune, non si formi una maggioranza o se una determinata delibera non venga eseguita.

Cos’è il lastrico solare?

Il lastrico solare è il tetto dell’edificio. In alcuni casi è accessibile solo per le riparazioni; nella maggior parte dei casi consente anche la normale presenza delle persone. Si parla in tal caso di “terrazza”. La terrazza è generalmente di proprietà del (i) condomino (i) cha abita (no) all’ultimo piano.

Tuttavia le spese di manutenzione straordinaria o di ricostruzione sono ripartite per un terzo a carico del proprietario o di chi la usa e i rimanenti 2/3 a carico di tutte le proprietà coperte, proprietario del lastrico escluso, in base alla quota di proprietà.

Le spese di ordinaria conservazione sono invece a carico del proprietario o di chi ne fa uso esclusivo.

Come si tutela il decoro architettonico del condominio?

La legge tutela il decoro architettonico del condominio stabilendo che sono vietate le innovazioni che ne determino una lesione (art. 1120 codice civile).
Le lesioni:
- devono essere “ apprezzabili ”, se non proprio “ appariscenti ”;
- deve determinare una diminuzione del valore commerciale dell’edificio;
- deve essere permanente;
- il decoro architettonico non deve essere già stato intaccato da precedenti interventi di un certo rilievo.
Tali condizioni possono essere ampliate dal regolamento contrattuale.
Contro un’azione lesiva del decoro architettonico dell’edificio ciascun condominino può agire innanzi al Tribunale oltre all’amministratore, preferibilmente con il consenso dell’assemblea.

Pagina 1 Pagina 2 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 7


Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)