Violazione Disegno Comunitario :: Diritto & Consulenza

Violazione Disegno Comunitario

Pubblicato il 14 ottobre 2009

TRIBUNALE DI TORINO - SEZIONE FERIALE Sentenza del 3/9/2008

Nel caso di specie il Tribunale di Torino è stato chiamato a dirimere una controversia tra una casa automobilistica Italiana ed una casa automobilistica cinese che si stava accingendo ad immettere sul mercato un’autovettura simile a quella di controparte registrata come disegno comunitario.

Il Tribunale ha ritenuto che le dichiarazioni dei manager della casa cinese, relative alla prossima immissione sul marcato europeo di detta autovettura e l’aver iniziato la procedura di omologazione, necessaria per vendere un prodotto in Europa, fossero atti sufficienti per rendere applicabile l’art. 131 c.p.i. ai sensi del quale “Il titolare di un diritto di proprietà industriale può chiedere che sia disposta l’inibitoria di qualsiasi violazione imminente del suo diritto”.

Le due autovetture presentavano degli elementi di differenza dati dai dispositivi ottici e da altri dettagli delle prese d’aria dei parafanghi anteriore e posteriore.

La Corte tuttavia ha considerato che l’utilizzatore informato, ovvero il consumatore accorto, guardano al complesso del prodotto e quindi alla sua impressione d’insieme, concludendo che a questa si deve fare riferimento per cogliere il carattere individuale del modello.

Il Tribunale quindi,ha ritenuto irrilevanti le differenza, in quanto attinenti ad elementi di dettaglio dell’autovettura che nel suo complesso riproduceva il mezzo della società italiana reclamante ed ha ritenuto sussistente la contraffazione del modello comunitario disegni .

Consulta il testo integrale della  sentenza: disegni Tribunale Torino 3.9.08.

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Marchi e Brevetti - |

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)