Google AdWords e l’uso illecito delle keywords :: Diritto & Consulenza

Google AdWords e l’uso illecito delle keywords

Pubblicato il 20 maggio 2016

L’E-marketing ormai è la nuova frontiera del marketing. Molti prodotti e servizi si pubblicizzano e vendono anche o solo attraverso i motori di ricerca o sui social network.
Uno dei modi più diffusi ed efficaci consiste nell’acquistare un servizio dai motori di ricerca, che fa comparire un annuncio con il li link al proprio sito di E-commerce, al digitare di determinate parole chiave.
Il più importante di questi servizi è fornito da Google e si chiama Google AdWords.
E’ capitato e capita che un imprenditore acquisti come parola chiave il marchio di un suo concorrente, magari notorio, così da dirottare sul suo sito le ricerche degli utenti.
Per la giurisprudenza comunitaria, l’uso del marchio altrui come keyword per servizi di posizionamento di Google può costituire violazione di marchio,  nonché illecito (di concorrenza sleale).
In particolare, sussiste violazione quando l’annuncio non consente o consente solo difficilmente all’utente Internet “normalmente informato” e “ragionevolmente attento” di sapere se i prodotti o i servizi cui l’annuncio si riferisce provengano da un terzo o piuttosto dal titolare del marchio o da un’impresa economicamente collegata a quest’ultimo (Casi Google France v. Louis Vuitton, cause C-236/08 e C-238/08; Portakabin C-558/08, Interflora vs. Marks & Spencer, causa C-323-09).
Al momento le Corti, sia europee che nazionali, non hanno ritenuto sussistere la responsabilità di Google, che nelle sue condizioni netiquette e condizioni di contratto limita l’oggetto del suo servizio escludendo obblighi di controllo, anche nel caso di solleciti.
Tuttavia inviare una diffida al terzo contraffattore e un contemporaneamente un reclamo a google è spesso sufficiente a far interrompere l’atto illecito.
Qualora queste iniziative di autotutela fossero sufficienti si dovrà adire l’autorità giudiziaria.
Altra pratica di concorrenza sleale è stata ritenuta quella dell’uso del marchio altrui come mega tag, dal gestore del sito

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Marchi e Brevetti - | , , ,

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)