Diritto d’autore: inapplicabilità in via analogica delle norme sui brevetti; autore lavoratore subordinato. :: Diritto & Consulenza

Diritto d’autore: inapplicabilità in via analogica delle norme sui brevetti; autore lavoratore subordinato.

Pubblicato il 23 ottobre 2009

Cass. civ., sez. Lavoro, 01-07-2004, n. 12089

L’ideazione e realizzazione di un programma giornalistico innovativo e dotato del carattere di originalità, non è inquadrabile nella normative sui brevetti per invenzione industriale ma nell’ambito della tutela del diritto d’autore. Né la normativa dei brevetti può applicarsi in via analogica.

Se l’opera, inquadrabile nella disciplina del diritto d’autore è stata creata nell’ambito di un rapporto di lavoro, i diritti di sfruttamento economico della stessa competono al datore di lavoro e non sono previsti dei premi (applicabili solo per i software) al prestatore di lavoro, almeno che questi non provi, per iscritto, l’esistenza di un contratto che disciplini diversamente l’aspetto economico.

Tale regola non trova applicazione solo nel caso in cui l’opera dell’ingegno sia stata realizzata al di fuori della sede di lavoro e degli orari di lavoro in via del tutto autonoma.

Consulta il testo integrale della sentenza:  Cassazione 01.07.04, n.12089

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Marchi e Brevetti - | ,

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)