Deposito Marchi: Indicazione Chiara di Prodotti e Servizi :: Diritto & Consulenza

Deposito Marchi: Indicazione Chiara di Prodotti e Servizi

Pubblicato il 10 luglio 2012

Corte di Giustizia Europea 19 giugno 2012, C-307/10

E’ stata per molto tempo, prassi diffusa tra gli operatori del diritto dei marchi (titolari e rappresentanti), depositare il marchio indicando soltanto il titolo generale della classe di riferimento dei prodotti e servizi.

Davanti a tale opzione, alcuni Uffici preposti alla registrazione dei marchi, consideravano che la registrazione coprisse automaticamente l’intera classe contraddistinta con quel titolo. Altri Uffici, invece, ritenevano che l’indicazione del titolo protegesse il marchio solo ed esclusivamente per i prodotti o servizi espressamente menzionati (e non quindi gli oltre 1.000 prodotti o servizi costituenti l’intera classe).

Questa diversità di interpretazione ha creato numerosi problemi, tra gli operatori economici e le Auturità competenti a dirimere eventuali conflitti e/o impedimenti alla registrazione, legati alla difficoltà di individuare con certezza l’esatta portata della protezione di un marchio depositato o registrato.

Per tale ragione la Corte di Giustizia Europea, chiamata a interpretare la direttiva comunitaria sui marchi n. 2008/95, ha stabilito che esigenza fondamentale è  che l’ambito di protezione di un marchio, mediante la scelta dei prodotti e servizi, sia attuata con un certo grado di precisione e chiarezza, sufficienti a consentire alle Autorità competenti ed agli operatori economici, su quella sola base, di determinare la portata della tutela richiesta.

A tal fine è necessario che, all’atto del deposito, il richiedente, che utilizzi soltanto il titolo della classe, indichi espressamente, con apposita dichiarazione, se la sua domanda si riferisce a tutti i prodotti o servizi, inclusi nella classe di riferimento o soltanto a taluni di essi e, in quest’ultimo caso, il richiedente ha l’obbligo di precisare quali prodotti o servizi, rientranti in detta classe, sono presi in considerazione.

Per conformarsi alla sentenza della Corte di Giustizia è necessario dunque allegare alla domanda di deposito la suddetta dichiarazione. In mancanza si intenderanno selezionati solo ed esclusivamente i prodotti e servizi indicati.

Consulta la sentenza: Corte Giustizia Europea del 19.96.2012, n. C-307-10

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Marchi e Brevetti - |

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)