Brevetti – stato della tecnica – definizione attività inventiva – giudizio di novità. :: Diritto & Consulenza

Brevetti – stato della tecnica – definizione attività inventiva – giudizio di novità.

Pubblicato il 22 ottobre 2009

Corte Suprema di cassazione sezione I civile sentenza 09-09-2005, n. 17993

Nel caso di specie la Suprema Corte di Cassazione era chiamata a valutare la corretta motivazione di una corte di merito circa la sussistenza di contraffazione di un brevetto avente ad oggetto un sistema di regolazione a distanza dell’erogatore di energia elettrica, là dove la Corte di merito si era discostata dalle risultanze della CTU.

La Suprema Corte ha cassato la sentenza sul rilievo che il giudice del merito non avrebbe confrontato le soluzioni inventiva al medesimo problema tecnico dei due brevetti, bensì la funzione degli stessi. E’ infatti possibile, chiarisce la corte che la medesima funzione sia realizzata attraverso soluzioni differenti. L’invenzione, infatti, è nuova se non è ricompresa nello stato della tecnica ed implica attività inventiva se non risulta in maniera evidente nello stato della tecnica. Nel caso di specie l’invenzione correttamente è stata, secondo il giudizio di evidenza, considerata nuova e dotata di attività inventiva. Tuttavia per aversi contraffazione bisognava valutare se il superamento del medesimo problema tecnico (stessa funzione delle due invenzioni) fosse avvenuto o meno con una medesima  idea inventiva.

Consulta il testo integrale della sentenza: Brevetti Cassazione 09.09.05, n.17993

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Marchi e Brevetti - |

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)