Maltrattamenti in famiglia – Giochi sessuali – Prescrizione :: Diritto & Consulenza

Maltrattamenti in famiglia – Giochi sessuali – Prescrizione

Pubblicato il 11 novembre 2011

La Corte chiarisce come si possa ravvisare il reato di maltrattamenti in famiglia anche nell’ipotesi in cui il coniuge viene costretto a subire giochi sessuali, come ad esempio rapporti sadomaso.
Nel caso in cui tali comportamenti si ripetano nel tempo, la prescrizione del reato decorre dalla data dell’ultima azione penalmente rilevante, cioè dall’ultimo rapporto violento. Il retao di maltrattamenti in famiglia, infatti, è un reato abituale e, di conseguenza,  deve essere considerato “reato di durata”.

Cassazione Penale, 28 ottobre 2011, n. 39228

La Corte chiarisce come si possa ravvisare il reato di maltrattamenti in famiglia anche nell’ipotesi in cui il coniuge viene costretto a subire giochi sessuali, come ad esempio rapporti sadomaso.
Nel caso in cui tali comportamenti si ripetano nel tempo, la prescrizione del reato decorre dalla data dell’ultima azione penalmente rilevante, cioè dall’ultimo rapporto violento. Il retao di maltrattamenti in famiglia, infatti, è un reato abituale e, di conseguenza,  deve essere considerato “reato di durata”.

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Famiglia - | ,

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)