Mancato versamento assegni di mantenimento: Fondo di Solidarietà :: Diritto & Consulenza

Mancato versamento assegni di mantenimento: Fondo di Solidarietà

Pubblicato il 03 febbraio 2016

La Legge di Stabilità 2016 ha istituito il Fondo di solidarietà a tutela del coniuge in stato di bisogno. Pertanto il coniuge separato a beneficio del quale, in sede di separazione, è stato disposta la corresponsione di un assegno di mantenimento per se e per i suoi figli, nel caso di mancato pagamento di tale somma, potrà richiederne la corresponsione  al Fondo di Solidarietà.

I requisiti richiesti per poter godere di tale beneficio sono i seguenti:

1. un provvedimento del giudice che – a seguito di giudizio di separazione o di modifica delle condizioni di separazione – disponga il versamento dell’assegno mensile di mantenimento a favore del coniuge e dei figli minorenni o maggiorenni portatori di handicap;

2. che il coniuge tenuto al pagamento del contributo non abbia ottemperato al pagamento, a prescindere dalle ragioni. Quindi, si può ottenere l’accesso al fondo sia nel caso di oggettiva impossibilità del coniuge moroso che di volontaria sottrazione all’adempimento del proprio dovere;

3. che il coniuge beneficiario del mantenimento viva insieme ai figli minori o maggiorenni portatori di handicap grave;

4. che il coniuge beneficiario versi in stato di bisogno.

Non potrà accedere a tale Fondo:

a) i coniugi separati che non hanno avuto figli;

b) il coniuge separato ed in stato di bisogno i cui figli non convivano con lui;

c)  il coniuge separato con figli maggiorenni non disabili;

d)  il coniuge separato non in stato di bisogno;

e)  il coniuge divorziato;

f) il coniuge che abbia optato per il contributo “una tantum”, ossia per il pagamento di un’unica somma e non di un contributo continuo, da versarsi mensilmente.

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Famiglia - |

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)