Adozione internazionale – scelta minore :: Diritto & Consulenza

Adozione internazionale – scelta minore

Pubblicato il 04 giugno 2010

CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE – 1 giugno 2010, n.13332

Importante sentenza della Suprema Corte a Sezione Unite in cui viene sottolineato come sia contrario alle convenzioni internazionali e alle stesse norme della nostra Costituzione qualunque tentativo di ‘scelta’ da parte degli adottanti delle caratteristiche somatiche o etniche dell’adottando e come, al contrario, tale manifestazione di preferenza costituisca indice negativo circa la disponibilità e la capacità dei genitori ad accettare ed integrare un minore ‘diverso’ da se stessi.
Nell’adozione, sia essa nazionale che internazionale, il principio guida infatti deve essere sempre e solo l’interesse del minore e la capacità della coppia genitoriale di garantirgli condizioni familiari ottimali.
Pertanto la ‘preferenza’ per la etnia di provenienza del minore, deve essere considerata una manifestazione discriminatoria di interesse alla adozione, sintomo di una inadeguatezza rispetto alla peculiarità del percorso di integrazione del minore straniero.

consulta il testo integrale della sentenza: CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE – 1 giugno 2010, n.13332

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Famiglia - |

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)