Contratti Civili: Domande Frequenti :: Diritto & Consulenza

Contratti Civili: Domande Frequenti

Rescissione del contratto

Il contratto è rescindibile quando è stato concluso in stato di pericolo (art. 1447 c.c.) o di bisogno (art. 1448 c.c.). Il contratto è valido sino a quando la rescissione non è dichiarata dal giudice. Si concreta lo stato di pericolo quando una parte assume obbligazioni a condizioni iniquie per la necessità, nota alla controparte, di di salvare sè o altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona.

Lo stato di bisogno che legittima la richiesta di rescissione si determina invece quando c’è sproporzione tra le due prestazioni contrattuali e tale sproporzione è dipesa dallo stato di bisogno (che può essere anche difficoltà non economica) di una parte, del quale l’altra ha approfittato per trarne vantaggio.

L’azione di rescissione si prescrive in un anno, non è più esperibile quando l’originario squilibrio non sussiste più al momento della proposizione della domanda giudiziale e si può evitare quando il contraente che si è avvantaggiato dello stato di pericolo o bisogno offre una modificazione del contratto tale da ricondurlo ad equità.

Cos’è la risoluzione di diritto?

E’ la risoluzione che si verifica senza il ricorso al giudice. Essa ha luogo in tre ipotesi:
- scadenza di un termine essenziale: è essenziale il termine scaduto il quale la parte, nel cui interesse è previsto, non più alcun vantaggio dalla esecuzione della prestazione scaduta salvo che non di chiari, entro 3 giorni, di esigere ugualmente l’adempimento della stessa.
- diffida ad adempiere: la parte adempiente inoltra a quella inadempiente una diffida ad adempiere in un termine non inferiore a gg 15; decorso inutilmente questo termine il contratto è sciolto di diritto.
- clausola risolutiva espressa: è la clausola con la quale le parti stabiliscono che il contratto si risolve se una determinata prestazione non è adempiuta o non è adempiuta nelle modalità previste.

Se si verifica l’inadempimento, l’effetto risolutivo però non è immediato ma occorre che la parte non inadempiente comunichi all’altra parte la volontà di avvalersi della clausola indicata.

Pagina 1 Pagina 2 Pagina 3 Pagina 4


Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)