Guida in stato di ebbrezza – conducente che si addormenta sul volante :: Diritto & Consulenza

Guida in stato di ebbrezza – conducente che si addormenta sul volante

Pubblicato il 17 febbraio 2012

Corte di Cassazione – Sentenza 27 ottobre 2011-10 febbraio 2012 n.5404
E’ contestabile il reato di guida in stato di ebbrezza anche al conducente che, ubriaco, ferma in sosta l’auto e si addormenta sul volante.
Secondo la Corte di Cassazione, è irrilevante che l’automobile sia in marcia o in sosta, se chi siede al posto di guida ha superato il tasso di alcool previsto dalla legge. La fermata, infatti, costituisce solo una fase della circolazione, di conseguenza, il conducente può aver raggiunto il luogo della “siesta” in stato di ebbrezza o decidere di lasciarlo prima di aver smaltito l’alcool.
A fini dell’accertamento del reato, occorre quindi capire dove l’imputato era residente, da dove era partito e dove intendeva arrivare e quale era la ragione che gli aveva impedito di portare a termine il viaggio.
Corte di Cassazione – Sentenza 27 ottobre 2011-10 febbraio 2012 n.5404

E’ contestabile il reato di guida in stato di ebbrezza anche al conducente che, ubriaco, ferma in sosta l’auto e si addormenta sul volante.
Secondo la Corte di Cassazione, è irrilevante che l’automobile sia in marcia o in sosta, se chi siede al posto di guida ha superato il tasso di alcool previsto dalla legge. La fermata, infatti, costituisce solo una fase della circolazione, di conseguenza, il conducente può aver raggiunto il luogo della “siesta” in stato di ebbrezza o decidere di lasciarlo prima di aver smaltito l’alcool.
A fini dell’accertamento del reato, occorre quindi capire dove l’imputato era residente, da dove era partito e dove intendeva arrivare e quale era la ragione che gli aveva impedito di portare a termine il viaggio.
Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Codice della Strada - | ,

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)