Impugnazione del Verbale per Decurtazione Punti :: Diritto & Consulenza

Impugnazione del Verbale per Decurtazione Punti

Pubblicato il 15 marzo 2012

Nel caso in cui la violazione del codice della strada comporti, oltre al pagamento di una multa, anche la sanzione accessoria della decurtazione dei punti, l’automobilista potrà immediatamente impugnare il verbale di contestazione.

Questo solo nella parte in cui prevede la decurtazione dei punti, senza dover più attendere la comunicazione della variazione del punteggio da parte dell’Anagrafe nazionale.

Secondo la Suprema Corte, infatti, “in tema di sanzioni amministrative conseguenti a violazioni del codice della strada che, ai sensi dell’articolo 126-bis del Cds, comportino la previsione dell’applicazione della sanzione accessoria della decurtazione dei punti dalla patente di guida, il destinatario del preannuncio di detta decurtazione – di cui deve essere necessariamente fatta menzione nel verbale di accertamento – ha interesse e può quindi proporre opposizione davanti al giudice di pace, ai sensi dell’articolo 204-bis del codice della strada, onde far valere anche vizi afferenti alla detta sanzione amministrativa accessoria, senza necessità di attendere la comunicazione di variazione di punteggio da parte dell’Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida”.

Corte di Cassazione – 13 marzo 2012 n. 3936

Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:
Articolo archiviato in: Codice della Strada - | ,

Hai bisogno di una consulenza legale?

  1. (obbligatorio)
  2. (obbligatorio)
  3. (è richiesta una e-mail valida)
  4. (obbligatorio)